Archivi categoria: Leggilo

I 17 sentori del mondo dimorato

Antefatto Un dio qualsiasi, libero da impegni, quel giorno creò il mondo. Egli volle che esistesse un cielo ove aviatori e frombolieri avrebbero potuto disegnare traiettorie proprie (i primi), del sasso prescelto (i secondi), e il cielo si manifestò. Volle … Continua a leggere

Pubblicato in Novelle paradossali | Lascia un commento

Corteggiamento irrituale della signorina Pandora

Colei che fa sesso ascoltando la sonata K 184 di Scarlatti per clavicembalo disprezza le svolte. Per questo, anziché svoltare, suole dissolvere muri, barriere e ostacoli di qualsivoglia materiale e spessore purché le si manifestino innanzi. Ciò le consente di … Continua a leggere

Pubblicato in Novelle paradossali | Lascia un commento

Ho tremila anni e settanta nomi

Anselm Kiefer, “Book with Wings” (1992-94) [uno] Scrivo nudo. [due] Un Реактивный Противотанковый Гранатомёт (Reaktivnyj Protivotankovyj Granatomjot), ovvero un lanciagranate propulse (a reazione) anticarro RPG-32 di fabbricazione russa, pochi istanti fa ha atomizzato nell’ordine: tapparelle avvolgibili in PVC, porta finestra … Continua a leggere

Pubblicato in Novelle paradossali | Lascia un commento

Strane cose dal nome impronunciabile

Questa storia ha inizio prima che il seme di Indostanembolendolonirica fosse piantato. Prima che il seme di Indostanembolendolonirica fosse piantato le cose non andavano poi così bene. Anzi andavano piuttosto male. Solo che nessuno se ne accorgeva. Quasi nessuno. Prima … Continua a leggere

Pubblicato in Novelle paradossali | Lascia un commento

Della purpurea chioma di lei e di lei medesima

Il mondo è teatro della contrapposizione tra due schiere. Quanti ritengono che l’allegoria più efficace per rappresentarsi la borsetta di una fanciulla e il suo contenuto sia la traboccante cornucopia, da una parte. Coloro i quali investirebbero piuttosto di tale … Continua a leggere

Pubblicato in Novelle paradossali | Lascia un commento

Colei che abita la clessidra

Sappiate che l’attesa è sete di colei che abita la clessidra. Di lei che nella clessidra nacque di profilo. Di lei che la clessidra seppe arredare. Di lei che nella clessidra nuota verticale. Di lei che dalla clessidra mai uscì … Continua a leggere

Pubblicato in Novelle paradossali | Lascia un commento

Il signor U, il signor K e il signor Z

Il signor U non ha un Padre poiché prima di lui non esisteva il Cosmo, figuriamoci un Padre. Ciò spiega ma non emenda. Di cosa si vorrebbe emendare domanda il Coro? Dell’incapacità di amare un figlio. Dell’incapacità di essere a … Continua a leggere

Pubblicato in Novelle paradossali | Lascia un commento

Il monoteismo light (spiegato ai topi)

Alle luride vestigia del monoteismo ci dirigemmo determinati a perfezionare l’affiliazione imputati di ogni idolatria finanziaria serenamente impeccabili in frescolana volentieri emendati dal confessore itifallico.

Pubblicato in Liriche superflue | Lascia un commento

Seduto sulla vedova del poeta

Ho seduto sulla vedova del poeta. Lei giovane come pianeta. Due bambine dicono i nomi dei morti leggono futuro sulle suole antishock. Vede il gelato sciogliersi tra i seni. Vede una guerra tra case editrici. Accoglie seduta l’eclissi graduale riempie … Continua a leggere

Pubblicato in Liriche superflue | Lascia un commento

Propositi circa la reincarnazione ventura

A nulla di questa vita sarà concesso replicarsi in quella. Sarò uomo di destra e l’abito di destra conterrà corpo di destra disporrò di centoquarantuno membri virili taccio della misura uno solo di questi servirà per pisciare e neanche sempre … Continua a leggere

Pubblicato in Liriche superflue | Lascia un commento