Seduto sulla vedova del poeta

Rome's Non Catholic Cemetery, The Final Resting Place Of Poets Shelley And KeatsHo seduto sulla vedova del poeta.
Lei giovane come pianeta.

Due bambine dicono i nomi dei morti
leggono futuro sulle suole antishock.

Vede il gelato sciogliersi tra i seni.
Vede una guerra tra case editrici.

Accoglie seduta l’eclissi graduale
riempie pipa e vagina d’oscurità.

Ovunque sieda nel mondo e fuori
ella guarda la tomba del poeta.

Il poeta ci guarda e descrive dalla tomba
compone disponendo larve in parole.

Canta della decomposizione come
fece sovente da vivo in vita.

Siamo accanto sulla panchina sbrecciata
accanto nella silloge irta di refusi.

La moglie del poeta dice di sederla
dice d’essere mio trono e di sedere.

Giovane come pianeta guarda il poeta morto
scrivere parole di larve incolonnate.

Legge parola di larve è “Amore”.
“Amore” scritto di larve da lui legge.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Liriche superflue. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...