Propositi circa la reincarnazione ventura

Aesthetische_ParanoiaA nulla di questa vita sarà concesso replicarsi in quella.

Sarò uomo di destra e l’abito di destra conterrà corpo di destra
disporrò di centoquarantuno membri virili taccio della misura
uno solo di questi servirà per pisciare e neanche sempre
potrò sgretolare il muro giustapponendovi la personalità
dirò quello che penso prima, e invece, di pensarlo
gli sciocchi m’idolatreranno gli scaltri deporterò
nascerò da Grande Madre steatopigia probabilmente cretese
mi nutrirò di cartilagini e diamanti farò bolo di entrambi
cagherò orizzontalmente ragguardevole la gittata
suonerò strumento musicale in foggia di cattedrale gotica
canterò le gesta del faccendiere definitivo che sarò
sellerò l’amministratore delegato mezzo metro al garrese
abiterò l’incubo del sottoposto ne visiterò la moglie dentro e dietro
avrò piscina di lacrime di impiegato amministrativo contabile
collocherò Poltrona Frau Luft by De Silva innanzi al lago di marcio
vi contemplerò annegare minoranze, profughi e agenti del fisco
ai dissidenti spetterà congrua pietanza bituminosa
l’ormeggio dello yacht avrà forma di imene lacerato
concussione e corruzione saranno fatte e fatte bene da me
dei concussi e dei corrotti farò entourage devoto
innumerevoli gli aperitivi, le tirate di coca e il fottere e i sorrisi
mi opererò da solo se occorrerà operare, cacciavite rugginente occorrerà
cavalcherò il guard-rail contemplando l’indeterminato orizzonte
ebbro di lascivia e protervia reazionarie calcificate nel pube
vomiterò democrazia, espettorerò ecumenismo, giacerò col papa
ogni concorso sarà fatto per me e lo vincerò borioso ma calmo
mai bombarderò Alexandropolis in quanto teatro perfetto del nulla
ove impererò a mio piacimento come cotroneo redivivo
salvo oligarchia locale compiaciuta e tollerata ove servisse allo scopo
potrò compiere delitto irrisolto potrò nettarmi il culo col codice penale
verranno legioni a implorarmi l’appalto che indulgente elargirò
farò tutto ciò che va fatto per compiacere me stesso
solcherò distese di compatta melma su velocipede alimentato a ego
irriderò sociologi in esilio, visiterò gli orfani delle vedove degli oppositori
sarò filantropo per una effimera stagione di simulata tolleranza.

Poi diventerò cattivo sul serio e ciò che farò sarà sgradito e brutto.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Liriche superflue. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...