I 108 nomi del gentile signore della distruzione

Dopo i “108 nomi della suprema madre crudele” la coppia divina si completa e per celebrare l’evento ecco tre nuovi disegni di 108 legati a uno dei simboli shivaiti: le corna.

Il primo nome può essere udito quando il cerimoniere del cenobio degli asceti dalla gola blu suona il corno del richiamo che invita i confratelli al primo ciclo di meditazione. Quattro ore prima della creazione del mondo. Il secondo nome è sotterfugio divino. Il terzo nome è occhio che guarda nelle sei direzioni. Il quarto nome è occhio che vede attraverso la materia, il tempo e la seta dell’abito di una fanciulla. Il quinto nome è colui che affila la lama strofinandola sul sorriso. Il sesto nome conferirebbe a chi lo conoscesse potere infinito ma è scritto sul cuore del più feroce dei demoni Naga il quale non ha nessuna intenzione di farsi aprire il petto da un eroe ambizioso. Il settimo nome lo scrivono i suoi passi di danza quando egli danza sulla cenere dei crematori. L’ottavo nome lo pronunciano furenti gli altri membri della triade quando egli si assenta troppo a lungo per corteggiare la figlia di un dio. Il nono nome lo invochi prima di soccombere quando calpesti il cobra. Il decimo nome cambia come la direzione del fuoco influenzata dal mutare del vento. Il decimo nome lo sussurra nell’orecchio della propria sposa prima di ricevere in cambio un colpo di tridente in grado di dissolvere il cosmo. L’undicesimo nome è trascritto identico in ogni libro sacro di ogni popolo della terra ma finché i popoli della terra  combatteranno tra loro e disprezzeranno la cultura e la fede altrui il segreto sarà al sicuro poiché nessuno confronterà quei libri. Il segreto sarà al sicuro per sempre. Il dodicesimo nome è nascosto in uno yantra di infinita complessità che rappresenta ogni cosa che precipita, la storia, la vanità, il nulla che divora, uomini e tempeste che vincono i propri avversari e si pavoneggiano. Il tredicesimo nome è colui che preclude il riposo agli altri membri della triade costringendoli a ricominciare tutto da capo all’infinito. I cinquanta nomi dal quattordicesimo al sessantatreesimo sono i nomi dei cinquanta nemici che ha ucciso prima di togliere loro anche il nome, oltre la vita, in modo che non fossero mai più ricordati nel tempo a venire dai testi sacri, dai canti dei sacerdoti, dalle sacre rappresentazioni e dai giochi degli infanti. Non ci azzarderemo di certo a ricordarli qui. Il sessantaquattresimo nome è nascosto nel disegno che esibisce la tigre sul proprio mantello. Un giorno un sacerdote imprigionato lo decifrerà ma sceglierà di non rivelarlo che a un vecchio bibliotecario ossessionato da specchi, labirinti e clessidre. Il sessantacinquesimo nome lo scrivono i suoi capelli quando vengono sciolti e scompigliati dal vento del regno dei Naga, in modo che attraversando quel regno tutti i suoi abitanti sappiano che il suo cammino non deve essere ostacolato, potendo schiacciare loro la testa sotto il piede per un capriccio. Il sessantaseiesimo nome è colui che danza tra le fiamme che danzano con lui. Il sessantasettesimo nome è scritto in forma di ustione nelle carni del demone che si nascose a guardarlo mentre danzava tra le fiamme. Il sessantottesimo nome è colui che annienta i nemici danzando. Il sessantanovesimo nome è re della danza. Il settantesimo nome è colui che danza coi piedi appoggiati sul nano dissennato. Il settantunesimo nome è colui che cadrebbe nell’abisso dell’inesistenza se il nano dissennato cessasse di sostenerlo. Il settantaduesimo nome è pronunciato dalla voce orribile dal nano dissennato la cui bocca è deformata dal dolore. È arduo comprendere la voce del nano ma sembra che quel nome significhi noi due siamo del medesimo folle splendore. Il settantatreesimo nome lo sussurra in risposta a ciò che il nano dissennato ha appena detto. Non vi è nessuno a udire eccetto loro ma se vi fosse penserebbe al dialogo delicato ed esitante di due amanti che si ritrovano dopo una separazione durata un tempo intollerabile. Il settantaquattresimo nome è colui che subisce l’imposizione di centootto nomi da chi non ha titolo neppure per nominare un residuo di sterco di cane buono a lordare un camminamento finché la pioggia non lo dissolva. I venti nomi dal settantacinquesimo al novantaquattresimo sono i nomi degli animali, degli oggetti e degli eventi naturali di cui il suo corpo imita la forma e il movimento quando si addestra al combattimento. Essi sono: bastone, locusta, tigre, vento, montagna, goccia, coccodrillo, aquila, bilancia, usignolo, catena, drago, ruota, sabbia, cane, carta, formica, pietra, pioggia, loto. L’ultimo di questi nomi è il nome del fiore emulando il quale, in battaglia, non si vince il nemico ma se stessi e ogni proprio limite. Il novantacinquesimo nome è infatti loto con le radici nel fango, lo stelo nell’acqua e il fiore nel cielo. Il novantaseiesimo nome è colui che cavalca il toro. Il novantasettesimo nome è colui che porta nei capelli alcuni fiori, un teschio e la luna crescente. Il novantottesimo nome è colui che si cela nel lingam. Il novantanovesimo nome è colui che bevve il veleno per salvare gli uomini. Il centesimo nome è colui che uccide il proprio figlio, lo divora, lo mastica e ne sputa il residuo nella polvere per vedere come da quel grumo immondo nasca un nuovo figlio. Il centunesimo nome è colui che è lo sposo e la sposa.  Il centoduesimo nome è abisso di ira. Il centotreesimo nome è terrore che lui faccia ritorno. Il centoquattresimo nome è colui che dimora nello stomaco del demone. Il centoquinto nome è signore della distruzione. Il centosesto nome è signore della creazione che segue alla distruzione. Il centosettimo nome è Rudra. Il centottavo nome è Shiva.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Novelle paradossali. Contrassegna il permalink.

2 risposte a I 108 nomi del gentile signore della distruzione

  1. xenio72 ha detto:

    Bello alla centottava! 😀 e non mi è sfuggita l’allusione borgesiana… ;D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...